Visite dal primo febbraio 2017

martedì 16 maggio 2017

Immune "a" o immune "da"?


Sempre per la serie "la lingua biforcuta della stampa"
--------------
Si è immuni "da" qualcosa, non "a" qualcosa. Per non essere tacciati, ancora una volta, di "saccenteria linguistica" vediamo che cosa dice, in proposito, il vocabolario Treccani in rete: immune agg. [dal lat. immunis, comp. di in-2 e munus «obbligo, servizio, imposta, ecc.»]. – 1. Che non è soggetto a determinati obblighi o servizî, o che gode di particolari privilegi, o non è sottoposto a una giurisdizione, a un’autorità e sim. 2. Per estens., esente, libero: essere i. da difetti, da certi pregiudizî (anche in senso iron. o scherz.: sono i. da codeste velleità!); essere, rendersi i., refrattario nei confronti di una malattia infettiva, dell’azione di una tossina o di determinate sostanze chimiche (v. immunità).

Nessun commento: